L’AMBULATORIO MOBILE

SPOSTIAMO LE IMMAGINI, NON I PAZIENTI!

È questo uno slogan che può ben rendere i principi ispiratori dell’iniziativa, pur senza rinunciare ai dovuti obblighi, anche di legge, legati alla privacy ed all’utilità di second look diagnostici presso Centri di eccellenza ospedaliera.

ambulatorio_01

L’attrezzatissimo ambulatorio, allestito con il fondamentale contributo di donazioni private è destinato ad operare sul territorio della nostra Regione: un gioiello di tecnologia che l’Associazione per la prevenzione e la cura dei tumori in Piemonte mette al servizio della popolazione con l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione secondaria dei tumori della bocca, gola e corde vocali.

Il Piemonte risulta essere una delle Regioni che presenta tassi di incidenza e mortalità per le neoplasie della bocca e della gola e delle corde vocali fra i più elevati al mondo. Ciò si può ascrivere alle caratteristiche prevalenti , specie nelle aree rurali ed alpine, di soggetti a maggiore rischio: forti fumatori spesso dediti al consumo continuativo di bevande alcoliche.

I punti forti di questa iniziativa sono rappresentati da tre fattori:

  1. Il servizio di visite preventive che l’Associazione per la Prevenzione e la Cura dei Tumori in Piemonte garantirà per l’esercizio dell’ambulatorio mobile, affiancandolo agli oltre 45 Presidi territoriali che in oltre 20 anni di attività hanno garantito l’esecuzione di circa 300.000 visite.
  2. L’altissima tecnologia clinica, meccanica ed informatica di cui è dotato l’ambulatorio con potenzialità che lo pongono al passo dei più attrezzati centri ospedalieri internazionali.
  3. La sicurezza, il confort e la privacy con soluzioni e percorsi in perfetta sintonia con le linee guida accreditate per l’attività sanitaria in ambito ospedaliero.

 

LA TECNOLOGIA DELL’AMBULATORIO MOBILE DI PREVENZIONE

L’avanguardia in ambito tecnologico si riconosce, in particolare, in tre settori:

  • Endoscopia diagnostica
    La Karl Storz, senza dubbio l’azienda leader nel campo dell’endoscopia diagnostica ed uno degli Sponsor principali del progetto, ha messo a disposizione le apparecchiature all’avanguardia che permettono di effettuare diagnosi in stadi precocissimi di malattia, anche su soggetti asintomatici. Nello specifico, l’ambulatorio mobile sarà dotato di tecnologia endoscopica con un approccio diagnostico secondo la filosofia del crescendo diagnostico.

    Colonna videoendoscopica
    Composta da: Sorgente di luce Xenon 300 watt – Telecamera Tricam per diagnostica ad autofluorescenza, Monitor 21″ piatto, sistema di archiviazione delle immagini endoscopiche, telescopi rigidi 70° 5 mm, 90° 5 mm, fibroscopi flessibili diagnostici Ø 2,7 e 3,9 mm.
    Si tratta del top di gamma della diagnostica endoscopica ambulatoriale ORL.

    Laringostroboscopia clinica
    Si tratta di una metodica, pratica e maneggevole, particolarmente utile nella diagnostica delle lesioni (neoplastiche – precancerose anche di piccole dimensioni) che si sviluppano a carico delle corde vocali. Mediante l’artifizio della stroboscopia può essere conferita ad un movimento rapido, quale quello delle corde vocali, un’impressione relativa di maggiore o minore rallentamento.

    Endoscopia ad autofluorescenza
    Il principio su cui si basa l’endoscopia ad autofluorescenza è legato al potere dei tessuti umani di produrre, quando eccitati da una luce di particolare lunghezza d’onda, un caratteristico spettro di fluorescenza che risulta differente nel tessuto sano e nel tessuto patologico (precancerosi, neoplasie, etc).
    L’endoscopia ad autofluorescenza facilita l’evidenziazione e lo staging di lesioni precancerose,carcinoma in situ e carcinoma microinvasivo della laringe più accuratamente dell’endoscopia condotta con metodi tradizionali, rappresentando un test di secondo livello, particolarmente sensibile, applicabile senza soluzione di continuità nel corso della medesima visita preventiva

  • Tecnologia meccanica ed allestimenti
    Nel settore dei veicoli commerciali il marchio e la meccanica IVECO sono leader mondiali con soluzioni che si caratterizzano per l’altissima qualità, tecnologia, versatilità e robustezza.
    Come non ricordare,quando parliamo di IVECO, dei quattro camion arancioni di OVERLAND che hanno attraversato i continenti come ambasciatori della solidarietà umana che non conosce confini?
    Una scelta semplice e logica è stata quella di affidare ad una partnership molto collaudata, i veicoli IVECO e gli allestimenti speciali MUSSA E GRAZIANO, il battesimo e la realizzazione di un progetto all’avanguardia, sia nella componente meccanica che negli allestimenti speciali, per portare il plusvalore della prevenzione oncologica anche nelle località più isolate e meno servite dai mezzi di comunicazione.
    IVECO e la carrozzeria Mussa e Graziano sono sponsor principali del progetto.
    L’ambulatorio è stato realizzato su uno dei primi, nuovissimi, IVECO New Daily 50C15 messi su strada
  • Tecnologia informatica
    In ambito diagnostico, specie affrontando lesioni ad uno stadio iniziale, una delle armi vincenti per migliorare sensibilità e specificità del test è rappresentata dal consulto fra più operatori.
    Il progetto di un ambulatorio mobile di prevenzione così sofisticato ha tenuto in debito conto tale esigenza, che si amplifica quando l’ambulatorio si trovi ad operare a molti km di distanza dai più vicini centri ospedalieri.
    La necessità di coniugare eccellenza diagnostica ed ottimizzazione di costi di gestione, ha portato a prevedere l’estensione sul mezzo del sistema di videocomunicazione interattiva multicast Easymeeting, già ampiamente sperimentato c/o la Divisione ORL dell’Ospedale Martini, che attraverso una connessione sia in banda larga sia digitale satellitare permetterà la condivisione remota degli esami endoscopici con vari Centri Ospedalieri; ciò garantirà al paziente la possibilità di ottenere in tempo reale un teleconsulto con specialisti di provata esperienza, onde ridurre al minimo la soggettività dell’interpretazione diagnostica.
    In ogni caso tutti gli esami verranno registrati su supporti digitali e sottoposti a revisioni programmate.